COVID 19 e Formazione Online

Secondo i dati riportati da Business Insider, già prima dell’emergenza Covid-19 gli investimenti totali per l’industria Edtech avevano raggiunto la cifra record di 18 miliardi di dollari, gettando le basi per tecnologie di apprendimento innovative basate su intelligenza artificiale e gamification.

Con l’inizio del 2020, poi, abbiamo visto la società, la scuola e il mondo del lavoro cambiare profondamente. La diffusione della pandemia da Covid 19 ha instaurato un distanziamento forzato fra le persone, generando in esse un bisogno di proteggersi dal contagio e, nell’ambito della formazione aziendale, la necessità di mantenere la continuità su temi spesso fondamentali (sicurezza, ambiente, salute)

Questo bisogno si è tradotto con uno spostamento massivo verso i canali online, verso l’attivazione dello smart working e l’aumento dei corsi e-learning.

Aumento delle interazioni digitali pre e post COVID 19

I numeri parlano chiaro: secondo il sondaggio condotto da Cegos Italia, il 75% delle aziende ha aumentato il ricorso alla formazione a distanza, sostenendo che “un aumento delle competenze dei dipendenti porterebbe ad un incremento del business aziendale nonostante la crisi dovuta al lockdown”.

Da questo “periodo di prova”, l’84% dei professionisti del settore ha compreso l’importanza e la strategicità della formazione, tanto da affermare che continueranno ad avvalersi del digitale – 4 brand su 10 – e che nel 2021 il 59% adotterà un metodo misto ove possibile.

Il 95% degli intervistati è concorde a puntare sulla costruzione e il rafforzamento di soft skill manageriali e legate allo sviluppo personale, considerandole utili ad affrontare al meglio le sfide che ci aspettano in questo scenario definito “new normality”.

Come afferma anche Castellani, CEO di Cegos Italia, questa nuova modalità è in grado di far coincidere la formazione digitale con elementi caratteristici di quella in presenza – la partecipazione del formatore permette di mantenere viva l’attenzione dei partecipanti -. Il risultato è un supporto bilanciato, valido e versatile, se progettato con cura e su misura secondo gli obiettivi aziendali.

Oltre il 50% degli intervistati che non hanno mai sperimentato la distance learning è disponibile ed interessato a provarla, e voi?

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Messaggio ricevuto!

Grazie per averci scritto. Ci impegniamo a risponderti entro 48 ore. A presto.