Social Learning

Cos’è il Social Learning?

Albert Bandura idealizzò che la formazione sia un processo di tipo cognitivo che avvenga con maggior profitto in un contesto sociale. Nel Social Learning le fasi di apprendimento e istruzione avvengono in base all’interazione con gli altri e non attraverso i singoli.

Nel 1964 nasceva quindi la teoria sociale cognitiva grazie agli studi e intuizioni dello psicologo canadese Albert Bandura.

Le interazioni sociali sull’apprendimento da lui teorizzate sono le leggi su cui si basa oggi la formazione aziendale moderna mondiale.

Per sua natura l’uomo è un essere vivente sociale, con un costante bisogno di interagire con altri suoi simili e l’ambiente che lo circonda, un continuo confronto tra se’ stessi e gli altri, un processo auto valutativo per connettersi col mondo.

Il Social Learning permette una migliore penetrazione delle informazioni durante la fase di apprendimento rispetto alle consuete attività didattiche.

“Apprendere significa rimanere connessi.”

                                   SIEMENS

I vantaggi dell’apprendimento attraverso il processo sociale

E’ possibile affermare che l’apprendimento sociale è più vantaggioso di quello individuale, e non solo sotto il punto di vista psicologico, ma anche per la produttività, il raggiungimento degli obiettivi, e il risparmio economico.

Con l’apprendimento sociale invece, grazie al coinvolgimento con altre persone, la persona impara velocemente accorciando i tempi di auto valutazione ed autocorrezione. Il risparmio in termini di tempo e quindi ovviamente economici sono sproporzionati, rispetto alla vecchia formazione.

Considerando inoltre la continua interconnessione e confronto che i moderni social network permettono e quasi impongono, tutti gli aspetti e le leve psicologiche di tale metodologia vengono aumentati se non estremizzati.

Il continuo mettersi a confronto con altri individui, seppur sul web ma persone reali, nei comportamenti, nelle abitudini, nello stile e tanti altri aspetti di un essere umano, hanno generato l’inizio di una nuova concezione della formazione e del nostro stesso modo di interagire con gli altri.

Lo stesso avviene nelle aziende moderne che sono in continua evoluzione e cambiamento, le quali spostano il loro focus sulle relazioni umane e non sui risultati annuali.

Il Social Learning è una delle strategie più efficienti per diffondere nuove informazioni o conoscenze, all’interno di un’azienda: si crea la condivisione del sapere tra colleghi e dipendenti, facendo parte di una condivisa cultura aziendale.

Ti mostriamo ora alcune stime sui vantaggi aziendali, ottenuti in casi di applicazione del Social Learning:

  • Il ROI del Social Learning è di 75:1 rispetto alla formazione tradizionale
  • L’82% delle aziende che utilizza il social learning, è propenso a riutilizzare tale strategia di formazione
  • Il tasso di completamento dei corsi formativi è salito del 85%, secondo l’Harvard Business School, per le aziende che hanno introdotto il social learning
  • Si stima un risparmio di 250.000 dollari l’anno sulla formazione aziendale negli Stati Uniti

Il Social Learning nella formazione aziendale: Strategia vincente?

I benefici di questa metodologia non sono solo per l’individuo ma anche per il team:

  • Facilitazione dell’integrazione dei nuovi arrivati, venendo in contatto diretto con ruoli senior
  • Aumenta la produzione dei Team aziendali, grazie al coinvolgimento sociale nei progetti
  • Rafforza la comunicazione interna dei Team di lavoro, con i suoi opportuni benefici

Come integrare il Social Learning alla mia azienda?

Secondo la teoria di Albert Bandura, il Social Learning si basa su quattro principi:

  1. Attenzione
  2. Ritenzione
  3. Riproduzione
  4. Motivazione

Un modello formativo semplice ma funzionale con gli strumenti giusti e le giuste relazioni sociali.

  • Attenzione: l’apprendimento avviene soltanto sei si è concentrati su un tale compito, in contesto “sociale” lo stimolo è incredibilmente superiore al caso individuale.
  • Ritenzione: cioè memoria, immagazzinare quanto più possibile le nozioni apprese e l’esperienza fatta. Con il Social Learning aumenta del 70% la possibilità di ricordare consciamente le informazioni ricevute, grazie alla leva del coinvolgimento con gli altri.
  • Riproduzione: è la pratica da mettere sul campo dopo aver immagazzinato le informazioni necessarie. La pratica in relazione con gli altri diminuisce drasticamente i margini di errore, stabilizzando il processo produttivo.
  • Motivazione: la chiave del successo e la leva fondamentale del compimento delle nostre azioni giornaliere. Anche il raggiungimento di uno status quo, del senso di appartenenza ad un gruppo, fungono da importanti leve motivazionali.

Il Social Learning è senza dubbio un nuovo modo di affrontare la formazione e sempre più aziende stanno investendo in tale direzione: ciò che bisogna comprendere è che fa tutto parte di un processo, una trasformazione, in cui da “impiegato” si diventa arte di un team.

Siete pronti ad iniziare?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Lascia un commento

Messaggio ricevuto!

Grazie per averci scritto. Ci impegniamo a risponderti entro 48 ore. A presto.